Lambillionea, CI, 1, Mars 2001

NUOVI CARABINI DELLA CINA.
DESCRIZIONE DI NUOVE SPECIE E SOTTOSPECIE
DI YUNNAN, SICHUAN E GANSU.
(Coleoptera, Carabidae.)
Pierfianco CAVAZZUTI*
*" La Giselburga" Via della Chiesa, 1, 12030 Pagno (CN) Italia.
Mots-cles. Coleoptera, Carabidae, Carabus, Cychrus, taxonomic, Chine, Yunnan, Sichuan, Gansu.
Resume. Description de nouveaux taxa dans les genres Carabus L. et Cychrus F. de Chine, provinces du Yunnan, Sichuan et Gansu: Carabus (Apotomopterus) delavayi patrikeevi n. ssp., C.(A.) patroclus shiguanicus n. ssp., C. (Archaeocarabus) morphocaraboides dongchuan n. ssp., C. (Coptolabrus) gemmifer noctescens n. ssp., Cychrus yi n. sp., C. wuyipeng xilingicus n. ssp., C.fedotovi n. sp., et C. andrei n. sp. Sont aussi exposes les caracteres diagnostiques et les relations avec les especes du meme groupe.
Summary. Description of new taxa of the genus Carabus L. and Cychrus F. from Chine, provinces of Yunnan, Sichuan and Gansu: Carabus (Apotomopterus) delavayi patrikeevi n. subsp., C. (A.) patroclus shiguanicus n. subsp., C. (Archaeocarabus) morphocaraboides dongchuan n. subsp., C. (Coptolabrus) gemmifer noctescens n. subsp., Cychrus yi n. sp., C. wuyipeng xilingicus n. subsp., C. fedotovi n. sp., and C. andrei n. sp. Diagnostic characters and relationships are also exposed.
   Lo studio della carabidofauna della Cina continua a riservare delle importanti sorprese anche in localita non piu nuove ai naturalisti. Non stupisce dunque se indagini approfondite, condotte in 1ocalità già più volte visitate in passato possano ottenere degli interessanti risultati.
   I nuovi taxa descritti nella presente nota, sono stati identificati fra il materiale di due cospicui lotti, frutto di raccolte provenienti dalle montagne della Cina meridionale e centrale.
1.Carabus (Apotomopterus) delavayi patrikeevi n. ssp. (fig. 1)
Locus typicus: Lanpin dint., Nu Shan Mt., 2600 m, N-Ovest Yunnan, Cina meridionale.
Holotypus male: locus typicus, 15-VII-2000, in coll. dell'autore.
Paratypi: 24 males e 5 female, dati come l'holotypus, in coll. Gorodinski, Locca e dell'autore.
Descrizione
   Dimensioni: lungh. totale mm 27,5-30, larghezza massima delle elitre mm 8,4-10,4.
   Colorazione nera, lucida.
   Capo e appendici cefaliche come in C. delavayi sensu stricto. Il pronoto è meno trasverso (rapporto Lp/lp = 1,24), con margini regolarmente arcuati, non sinuati, con la curvatura più stretta nel tratto anteriore. Massima ampiezza situata nel terzo anteriore. Margini sottili, orlati e uniformemente rilevati. Angoli posteriori per nulla salienti, formanti un angolo ottuso. Disco moderatamente convesso, linea mediana profondamente incisa, fossette basali inesistenti o accennate da una modestissima depressione lineare. Superftcie lucida, solcata da finissime rughe trasversali.
   Elitre in ovale allungato con omeri sfuggenti, lievemente più dilatate nelle femmine e presentanti la maggior ampiezza verso la metà. Sinuosità latero/apicale della femmina appena apprezzabile. Scultura omodinama triploide finissima ed estremamente regolare. Tutti gli intervalli sono in cordoli sottili, ad eccezione dei primari, interrotti in brevi segmenti e granuli.
   Edeago (fig. 5, a-b) presentante la stessa tipologia morfologica di C. delavayi, ma con un livello di evoluzione ancora piu accentuato: meno regolarmente arcuato nella porzione mediana, con l'apofisi securiforme distale piu allungata e distesa. In visione dorsale l'apice si presenta allungato ma regolarmente affusolato.
Osservazioni e note
   C. (A.) delavayi patrikeevi rappresenta certamente la sottospecie più diferenziata di C. delavayi Fairmaire (1886) sensu mihi, sia per la morfologia particolarmente slanciata, dotata di una scultura elitrale regolarissima ed estremamente fine. Ma le differenze piu significative e importanti sono insite nell'organo sessuale maschile, comprendente una lama apicale securiforme molto più estesa ed arcuata che in tutte le altre forme descritte.
Derivatio nominis
   Per desiderio del Sig. Andre Gorodinski, dedico con vero piacere la nuova interessante sottospecie al Sig. Vladimir Patrikeev, suo amico e collaboratore nelle ricerche.
 
The number of review: 2075